Il piombo e le rose

I L   L I B R O

 

COPERTINA IL PIOMBO E LE ROSE 1.jpg

 

Il Piombo e le Rose

Utopia e creatività del movimento 1977

Gabriele Agostini, Tano D’Amico, Pablo Echaurren, Diego Mormorio, Raffaella Perna, Kevin Repp, Claudia Salaris, Gianfranco Sanguinetti

Una storia magmatica, quella raccontata in queste pagine fatta di testimonianze, ricordi, analisi, emozioni, immagini, storia polifonica, policentrica, plurale, a volte drammatica, come lo è stata quella del movimento del ’77.

Gli autori di questo libro concordano sulla necessità di contrastare dimenticanze, falsificazioni, rimozioni e mistificazioni.

Il ’77 non può e non deve essere espunto dalla storia.

Ultima avanguardia di massa che provò a sovvertire collettivamente la società tenendo in vita un’idea di felicità pubblica, di resistenza alla depoliticizzazione, alla privatizzazione, il ’77 non può essere lasciato ai vincitori.

Questo libro racconta l’assalto al cielo (finalmente il cielo è caduto sulla terra) di chi voleva tutto, di chi ha visto e vissuto il futuro possibile vivendo nel proprio presente, attraverso l’analisi delle opere di due artisti.

Le fotografie di Tano D’Amico, il fotografo dei vinti, dei senza volto, dei senza storia di sempre, degli ultimi.

La poetica bellezza del suo bianconero privo di incertezze, assoluto, rigoroso, robusto, si impone e si consegna nel tempo al di la di ogni tentativo di censura nel solco della migliore fotografia italiana del novecento.

La sperimentazione artistica e culturale che nel ’77 diventa, per la prima volta nella storia, pratica e linguaggio di massa incontra nelle opere di Pablo Echaurren il proprio specchio.

La trasversalità dei linguaggi, dei segni, il dentro e fuori dell’opera, il capovolgimento dell’alto e del basso, i tanti mosaici espressivi, trovano nella caleidoscopica produzione dello straordinario unico e imprevedibile artista il punto di maggiore espressione e sintesi.

A proposito di assalti al cielo, in quell’anno sui muri si scriveva presto occuperemo il paradiso, e si gridava l’inferno è rosso il paradiso lo sarà!

Gabriele Agostini

 

http://www.postcart.com/

—————-

L A  M O S T R A

In concomitanza con la mostra di arte e fotografia 77  una storia di quarant’anni fa nei lavori di Tano D’amico e Pablo Echaurren

Museo di Roma in trastevere

Ecco i lavori degli artisti:

Tano D’Amico

 

 

Pablo Echaurren

 

pablo_echaurren_77aroma_csfadams

’77 una storia di quarant’anni fa

 nei lavori di Tano D’Amico e Pablo Echaurren

 

La storia di una generazione e di un paese raccontata attraverso le immagini fotografiche di uno tra i maggiori fotografi italiani e le opere di un artista tra i più interessanti della scena contemporanea.

La mostra è un ritratto dell’umanità, dei fatti e degli eventi accaduti nell’anno 1977, costruita sulle opere del fotografo Tano D’Amico e dell’artista Pablo Echaurren.

Tale scelta in ragione della storia personale, politica e artistica degli stessi, artefici nelle origini e nella diffusione delle pratiche artistiche e culturali all’interno del movimento del ’77.

DAL 23 SETTEMBRE 2017 AL 14 GENNAIO 2018 al museo in trastevere di Roma

info  csfadams

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci